Al via finanziamento dall’UE per la connessione a banda ultralarga nelle scuole

Siamo nel 2021 e ancora oggi il gap che vivono le scuole italiane per quanto riguarda la connettività ad internet in banda ulltralarga. Fortunatamente, in relazione alle norme che disciplinano gli aiuti di stato, l’UE ha stanziato la somma di 325 milioni di euro per permettere a 12.000 scuole in Italia di connettersi ad Internet ad altissima velocità. Scuole che attualmente si trovano in aree con scarsa connettività.

Secondo le dichiarazioni del vicepresidente esecutivo Margrethe Vestager, la misura aiuterà e supporterà studenti e allievi soprattutto in un periodo storico come questo causato dal coronavirus laddove, costretti ad effettuare didattica a distanza, potranno accedere agli strumenti educativi online attuali e futuri.

Questo finanziamento permetterà, quindi, di promuovere la realizzazione e lo sviluppo di una rete in grado di fornire una velocità in upload e download di 1 gigabit al secondo (Gbps). Attualmente, le scuole coinvolte hanno accesso a strutture che non raggiungono, in termini di connettività, la velocità di 300 Mbps. Le scuole che saranno coinvolte sono state mappate ed individuate attraverso uno screening realizzato dalle istituzioni pubbliche italiane.

Il piano di finanziamento della Commissione Europea per la connettività, i voucher per la digitalizzazione delle famiglie e delle imprese sono la dimostrazione della volontà delle istituzioni di garantire agli italiani di accedere a delle manovre atte al miglioramento dello sviluppo economico e culturale del paese.