fotovoltaico

Fotovoltaico: una realtà in crescita

La popolarità dell’energia solare cresce sempre di più anche in Italia. Negli ultimi anni, l’installazione di impianti fotovoltaici ad uso industriale e privato ha subito un forte incremento, indice che rende palese la grande attenzione del nostro Paese alle tematiche della sostenibilità ambientale, dello sviluppo tecnologico e del risparmio.

L’obiettivo del “Piano Nazionale Integrato Energia e Clima” è quello di arrivare entro il 2030 a produrre 51 mila Megawatt/anno di energia pulita proveniente dal sole, raggiungendo colossi mondiali dell’economia come la Cina e il Giappone. Nel medio periodo è previsto, inoltre, il sostegno alla creazione delle Comunità Energetiche, permettendo l’installazione di impianti fotovoltaici in grado di condividere l’energia con i propri vicini/condomini.

Molte aziende in Italia hanno deciso di investire in tecnologie e prodotti green, scegliendo il fotovoltaico come fonte primaria d’energia, percepita come la più compatibile a livello ambientale e la più sicura, a conferma del fatto che, per una ripresa economica efficace, è necessario adottare politiche sostenibili su larga scala e contare sul sostegno delle Istituzioni.

Anche i cittadini sono sempre più sensibili, informati e consapevoli riguardo alle tematiche ambientali, il che si evince dallo studio effettuato da NewEco24, che ha evidenziato una netta variazione dei comportamenti di consumo a sostegno dei business legati a politiche e tecnologie atte all’efficientamento energetico

Salute ambientale? Si grazie!

Il fotovoltaico è una soluzione eco-friendly, semplice, collaudatissima e sempre in forte aggiornamento tecnico/tecnologico.

Autoproducendo l’energia, poi, è possibile evitare sprechi inutili sia a livello industriale che domestico, bypassando gli impianti di distribuzione energetica tradizionali e controllano da remoto i dati relativi all’energia prodotta e alle problematiche che si possono verificare.

Al termine del ciclo di vita, infine, il pannello solare sarà riutilizzato nella produzione di altri impianti fino al 96%, ma la percentuale crescerà ulteriormente grazie ai continui studi effettuati sul riciclo delle componenti materiali.

Risparmio reale

Dotarsi di un impianto fotovoltaico vuol dire risparmiare grazie all’autoproduzione di energia elettrica generata dai pannelli solari, che tramite i sistemi di accumulo possono immagazzinare l’energia in eccesso per poterla sfruttare successivamente.

I prezzi di installazione sono diminuiti rispetto al passato e, con il Bonus 110%, è possibile inserire la spesa nel piano di riqualificazione energetica, quindi a costo 0.

La manutenzione ordinaria sarà minima, in quanto le componenti sono realizzate per resistere all’esterno, garantendo un ciclo di vita di almeno 25 anni, stipulando anche apposite polizze per tutelarsi.